Nobilitazione come scelta traduttiva. Il caso di Tre metri sopra il cielo di Federico Moccia nella traduzione polacca

Autor

  • Roman Sosnowski Università Jagellonica

DOI:

https://doi.org/10.18778/2544-9796.01.05

Słowa kluczowe:

indici di ricchezza lessicale, traduzione italiano-polacco, analisi traduttiva, nobilitazione come tendenza deformante

Abstrakt

L’analisi riguarda il romanzo di Tre metri sopra il cielo in italiano e la sua traduzione polacca. Partendo dal differente valore degli indici di ricchezza lessicale nel prototesto e nel testo tradotto viene analizzata la resa in polacco di espressioni stereotipate selezionate con il metodo semiautomatico. L’analisi rivela che alle ripetizioni di Moccia nella traduzione polacca corrispondono piu soluzioni lessicali. In base all’analitica della traduzione di Berman esse vengono interpretate come casi di nobilitazione. Oltre a interpretarlo si cerca di giustificare il ricorso alla nobilitazione nel caso della paraletteratura.

Bibliografia

Anthony L., 2014, AntPConc, Waseda University, Tokyo, Japan. Accessibile all’indirizzo: http://www.laurenceanthony.net/software/antpconc/.

Anthony L., 2016, AntConc, Waseda University, Tokyo, Japan. Accessibile all’indirizzo: http://www.laurenceanthony.net/software/antconc/.

Arduini S. & Stecconi U., 2007, Manuale di traduzione. Teorie e figure professionali, Carocci, Roma.

Berman A., 2003, La traduzione e la lettera o l’albergo della lontananza, Quodlibet, Macerata.

De Mauro T., 2007, Primo Tesoro della Lingua Letteraria Italiana del Novecento, UTET (versione elettronica), Torino.

Eder M., Kestemont M. & Rybicki J., 2016, Stylometry with R: A package for computational text analysis, “R Journal” 16(1), pp. 107–121.

Guiraud P., 1954, Les caractères statistiques du vocabulaire : essai de méthodologie, Presses universitaires de France, Paris.

Italia P. & Canettieri P., 2013, Un caso di attribuzionismo novecentesco: il ≪Diario Postumo≫ di Montale, “Cognitive Philology” (6). Accessibile all’indirizzo: http://ojs.uniroma1.it/index.php/cogphil/article/view/11586.

Janner M.C., 2012, Le massaie di Migliorini e di Federico Moccia. Sulla natura linguistica dei marchionimi in Tre metri sopra il cielo, “Onomastica e Letteratura” XIV, pp. 221–232.

Kamińska-Szmaj I., 1990, Różnice leksykalne między stylami funkcjonalnymi polszczyzny pisanej: analiza statystyczna na materiale słownika frekwencyjnego, Wydawnictwo Uniwersytetu Wrocławskiego, Wrocław.

Matt L., 2007, Liala al tempo dei reality: i romanzi per adolescenti di Federico Moccia, “Lingua italiana d’oggi” IV, pp. 243–258.

Ricci L., 2013, Paraletteratura. Lingua e stile dei generi di consumo, Carocci, Roma.

Rybicki J., 2012, The great mystery of the (almost) invisible translator: stylometry in translation, [in:] M. Oakley & M. Ji (a cura di), Quantitative Methods in Corpus-Based Translation Studies, John Benjamins, Amsterdam, pp. 231–248.

Sacchelli O., 2008, Moccia e mocciosi. Rappresentazioni degli adolescenti in Tre metri sopra il cielo e Ho voglia di te, [in:] Narrativa (30), pp. 347–359.

##submission.downloads##

Opublikowane

2018-11-16

Jak cytować

Sosnowski, R. (2018). Nobilitazione come scelta traduttiva. Il caso di Tre metri sopra il cielo di Federico Moccia nella traduzione polacca. Translatorica & Translata, 1, 49-59. https://doi.org/10.18778/2544-9796.01.05

Numer

Dział

Articles